Borsa Di Mary Poppins

SAN FRANCISCO: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

SAN FRANCISCO: TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

San Francisco. Com’è volare in Business? Beh ve lo racconto subito, perchè finalmente anche io ho svelato il segreto su cosa c’è dietro quella tendina, che tante volte ho guardato, svoltando verso l’economy.

Sono stata invitata da Air Italy per essere una delle prime a testare il loro volo diretto Milano-San Francisco. Precisamente 11 ore e mezza di volo. Subito quando avevo visto il minutaggio mi era preoccupata, anche perchè dovete sapere che prima di partire non stavo molto bene (mi sono presa un’intossicazione ma ve ne parlo meglio su stories). Quindi l’idea di essere rinchiusa in un spazio delimitato per tutto quel tempo, ammetto che un po’ mi preoccupava.

Mi sbagliavo invece, perchè, se pur con le complicazioni fisiche, è stato il viaggio migliore della mia vita, un’esperienza unica e penso farò molta fatica a tornare indietro. Non avevo mai provato una business, ma sfido altri a superare il servizio di Air Italy.

Prima di partire mi è stato offerto champagne, che, come in ogni buon film di Hollywood che si rispetti, insegna che non va mai rifiutato. In base all’orario di partenza vi offriranno pranzo o cena; è giusto specificare che “on demand” (quindi a chiamata per intenderci) potete decidere di cenare/pranzare subito, o dopo durante il volo. Io ho deciso di farlo subito, in modo da essere più comoda dopo.

Menù eccezionale che variava da carne a pesce a piatti vegetariani, ce n’era per tutti i gusti. Per non parlare del cannolo siciliano che mi hanno servito, buonissimo! Non c’è niente di diverso da un buon ristorante se considerate che ogni portata mi è stata servita in piatti di porcellana!

I sedili solo larghissimi e comodi, e mi è pure stato chiesto se volevo aggiungere un materassino alla mia poltrona per la notte (ovviamente non ho rifiutato!). E così pian piano mi sono calata perfettamente nella parte di una cliente business.

Nel preparami per la notte ho avuto un’altra piacevolissima sorpresa: il pigiama. Per quante storie avessi sentito sulle “business”, mai avevo sentito dire della possibilità di avere il pigiama. Praticamente era come essere a casa mia non ho avvertito grosse differenze! Un grande plus di AirItaly, e che plus!!

  

ALCATRAZ

Il primo giorno a San Francisco siamo andate dirette a Alcatraz. Avevo in testa così tante immagini di questo posto, che non sapevo bene cosa aspettarmi. Se penso ad Alcatraz mi immagino il Miglio verde, quindi avevo un po’ paura di restarci male.

Così non è stato, perché, la location, per quanto possa esserlo, è davvero unica e suggestiva. L’audioguida racconta di storie dei prigionieri, dei tentativi di fuga fatti dai carcerati, e della famigerata “battaglia di Alcatraz”. Qualcosa di davvero emozionante, che mi ricorderò per sempre.

Una delle cose che mi è restata più impressa è vedere dalle finestre delle varie prigioni la città di San Francisco. La cosa più raccapricciante è che i prigionieri quando tirava molto vento, sentivano le voci e le risate arrivare dalla città, e loro pensavano “la vita è un passo da noi”. Alcuni sono riusciti a scappare dalla prigione, proprio come accade nei film: uno in particolare dopo un anno o due, utilizzando un cucchiaino, ha scavato una buca fuggendo dall’isola e non facendosi più trovare.

PIER 39

Al ritorno da Alcatraz ci siamo fermate al Pier 39 di San Francisco, un luogo molto carino per fare shopping e vedere i Leoni Marini spiaggiati al sole. E vi assicuro che sentire i loro suoni vi affascinerà a tal punto che vorrete tornare a vederli ancora almeno una volta!

Subito dopo una cable car e via diretti in centro per un po’ di sano shopping! Anche questa è una di quelle particolarità a cui non dovete rinunciare perchè sarà un’esperienza unica nel suo genere!

COLAZIONI E HOTEL EMBLEM

Il secondo giorno colazione davvero super abbondante. Avete presente vero le colazioni americane? Quelle colazioni che ti costano come un pranzo qui da noi, e infatti ti danno circa le stesse quantità di un nostro pranzo. Spesso le colazioni in America non sono previste come da noi quindi ricordatevelo.

Avevamo trovato un locale vicino al nostro Hotel Emblem che si trova in una posizione tattica, vicinissimo a Union Square. E’ a soli 20 minuti dal centro di San Francisco, e da questa posizione potrete andare verso i molti quartieri che compongono il puzzle della città.

Un hotel davvero super carino e tipico, con stanze eclettiche e arredi a tema letterario intervallate da numerose opere d’arte moderne e musica dal vivo. Qui si respira un’atmosfera della Beat Generation, degli hippy e del “Peace & Love” dato anche dalla scultura di libri che ci si trova di fronte entrando nell’Hotel.

Se state progettando di fare un viaggio a San Francisco dovete ricordarvi di mettere in valigia scarpe comode: le strade sono infatti famose per la loro elevata pendenza che vi farà scarpinare tra discese e salite per quasi tutto il giorno.

Noi siamo state fortunate perché abbiamo trovato belle giornate di sole non troppo ventose, ma in generale come clima è sempre molto ventilato e abbastanza fresco.

.

ALAMO SQUARE

La piazza di Alamo è famosa per la sua singolare visuale che regala ai visitatori: infatti dal prato rialzato vi è la possibilità di avere una cartolina di San Francisco molto particolare, quella delle case pittoresche racchiuse dai giganteschi grattacieli tra cui spicca la sagoma triangolare della Transamerica Pyramid.

Un altro punto a favore di Alamo Square è dato dalle case, sempre rigorosamente con una pendenza paurosa, le famose Painted Ladies, case vittoriane una attaccata all’altra dipinte con varie tonalità di colori e con eleganza veramente unica. Qui ad Alamo è anche presente la famosa casa protagonista del film Mrs Doubtfire, se siete fan del film o di Robin Williams vi consiglio di andare a vederla!

Proseguendo poi nel quartiere di Haight-Ashbury troverete altre bellissime case vittoriane coloratissime e stravaganti, ma anche molti negozi vintage, dischi, libri e bar eccentrici.

CASTRO

Il terzo giorno siamo andati a visitare il quartiere di Castro nei pressi di Mission, quartiere decentrato rispetto alla città ma comodamente raggiungibile anche in tram.

E’ famoso per la sua apertura mentale e per le battaglie per i diritti civili, qui troverete la libertà di espressione per ognuno, senza pregiudizi. In ogni punto del quartiere troverete un po’ il simbolo di Castro che è rappresentato dall’arcobaleno e che viene ripreso nei negozi, nelle bandiere attaccate ai lampioni della luce e persino nelle strisce pedonali.

Quartiere brioso ricco di personaggi stravaganti, non serve troppo tempo per visitarlo: passerete a visitare Castro Street dove al centro si trova Castro Theatre un popolare teatro di San Francisco in stile coloniale che ospita una sala cinematografica.

GONDEN GATE BRIDGE

Quando vedi il Golden Gate, questo ponte gigante, quasi sospeso in aria che sovrasta lo stretto e unisce la penisola di San Francisco alla Contea di Marin, resti ad ammirarlo senza dire nulla. Fu costruito doveva diventare di un colore più scuro, ma questa pittura antiruggine rossa è piaciuta così tanto che non è stato più ridipinto. E’ diventato, così, uno dei ponti più grandi del mondo e lo stesso simbolo della città di San Francisco.

Si può arrivare al ponte da diverse direzioni ed troverete questi meravigliosi panorami sia che siate in macchina sia a piedi. Da qui si può avere una visuale sia della baia che della spiaggia, a volte circondate dalla tipica nebbia di San Francisco.

Noi avendo avuto la macchina a disposizione, abbiamo trovato alcune insenature in cui fermarci e riprendere un po’ questi spettacolari paesaggi indimenticabili sorprendenti che ti mozzano il fiato ad ogni sguardo.

La sensazione che si ha guardando dal vivo questi posti, inondati da luci aranciate e rosate tipiche della baia, è di andare incontro a giganti montagne di morbidissima erba profumata, di poter respirare a pieni polmoni aria buona e liberare la mente dai pensieri.

.

CABLE CAR

Se vi chiedete come muovervi tra le strade e le attrazioni di San Francisco un modo alternativo ai soliti taxi c’è. sono i Cable Car, mezzo di trasporto pubblico che risale all’Ottocento.

Con una delle linee del Cable Car si arriva a Lombard Street è la strada più tortuosa del mondo con tratti che contano anche fino ad otto tornanti! E’ stata set di diversi film e telefilm americani e per l’occasione hanno aumentato il limite di velocità (solo in discesa si può percorrere) che attualmente è stanziato per 8 km/h. Da qui potrete anche avere una bellissima visuale anche su Alcatraz.

 

 

(Visited 63 time, 1 visit today)
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud


css.php