Borsa Di Mary Poppins

LAGO DI SORAPIS: COME SCEGLIERE IL PERCORSO GIUSTO ISTRUZIONI PER L’USO

LAGO DI SORAPIS: COME SCEGLIERE IL PERCORSO GIUSTO ISTRUZIONI PER L’USO

Lago di Sorapis. Il secondo giorno in Trentino l’abbiamo passato in un escursione al lago di Sorapis. Diciamo che non è stato proprio come la passeggiata a Braies. Vi spiego meglio. Avevamo letto tutte le recensioni su Tripadvisor e dicevano che l’escursione durava 2h30 e non era adatta ai bambini, in quanto era troppo in pendenza. Fin qua tutto bene, anche la titolare dell’hotel ci aveva detto più o meno le stesse cose, ma abbiamo deciso di partire comunque. Quello che non ci avevano detto è che esisteva un percorso da Cortina che era mooooolto più facile e mooooolto meno pericoloso. Ma aspettate nè Tripadvisor ne l’Hotel avevano parlato di pericolo giusto?  Vi spiego cos’è successo.

Lungo il percorso abbiamo trovato altri viaggiatori come noi: una coppia di fidanzati e un papà con le sue due figliole. Salendo abbiamo fatto amicizia, sapete come si fa “che fatica eh?” “noi ci fermiamo un po'” “da dove venite?” insomma la classica chiacchiera piacevole mentre si viaggia. Finchè non ci siamo trovati ad un bivio, il percorso sembrava proseguire su una salita davvero pericolosa, e dopo sembrava esserci solo strapiombo, ma non c’erano altre soluzioni, così siamo partiti. Dopo poco che salivamo a me è venuto in mente un “foglietto di carta” che ho visto di sfuggita, così l’ho fatto presente, ma giustamente mi hanno fatto notare che non c’erano altre possibilità. Così abbiamo proseguito, e indovinate un po’… Ci siamo persi! Persi completamente in mezzo alle montagne, dovendo camminare sullo strapiombo (non vi dico la paura), in mezzo ad alberi e cespugli dove mancava addirittura il respiro, sulle cascatelle (piedi completamente zuppi), ma la cosa peggiore è che non sapevamo se e dove saremmo arrivati.

A un bel momento, sono arrivati altri che avevano sbagliato percorso e ci hanno indicato la via (senza aspettarci però, e ricordatevi in montagna non si fa mai!!).

Dopo 3h30 siamo arrivati a Sorapis!!! La vista ci ha ripagato del duro viaggio, per me è stato pure divertente, ma per chi ha paura dell’altezza lo è stato un po’ meno, e non nego che ho avuto momenti dove ho avuto veramente paura!!! La conclusione è stata che quel banale foglietto indicava la via…. ma vi rendete?! come può un foglio di carta appoggiato a un masso segnalare il percorso??? Infatti durante la giornata in tantissimi si sono persi!!!!!!

Il colore del lago di Sorapis è esattamente come lo vedete in foto, non c’è photoshop in questi colori!!! Ed è così a causa delle montagne intorno che sono di calce, quindi sgretolandosi gli regalano questo splendido colore. Solo un avvertenza, se decidete di partire fate il percorso da Cortina!!!! Molto più facile, meno faticoso e meno pericoloso, a meno che ovviamente non siate degli esperti ;).

 

jacket and shirt: Angela Davis | hat: J.b4

 

vista-lago

canotta-di-pizzo

colori-sorapis

INSETTI-MONTAGNA

lago-di-sorapiss

lago-sorapis

look-montagna

look-sorapis   un-saluto-da-sorapiss

moR

IMG_6347

Processed with VSCO with a8 preset

(Visited 1.534 time, 1 visit today)
Share

2 commenti su “LAGO DI SORAPIS: COME SCEGLIERE IL PERCORSO GIUSTO ISTRUZIONI PER L’USO

  1. Ciao Gloria,
    interessante questo tuo racconto, sono molto incuriosita dal lago SORAPISS, e mi chiedevo se potevi illustrarmi il percorso più semplice da Cortina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud


css.php