Borsa Di Mary Poppins

TEL AVIV E ALCUNE CURIOSITA’ SU ISRAELE

TEL AVIV E ALCUNE CURIOSITA’ SU ISRAELE

Per finire il mio racconto di Israele manca un tassello importante: Tel Aviv. Io mi immaginavo una città “simil Miami” per intenderci, palazzi sulla spiaggia e basta. Tutti me ne avevano parlato bene, ma facendo un po’ di ricerche online non trovavo immagini che mi entusiasmassero. Quindi ero partita con un’idea che fosse la solita città sul mare. Invece mi ha sorpreso.

E’ sempre così quando non ci si aspetta niente si trova molto di più. Si è vero Tel Aviv è città sul mare, con palazzi altissimi, ma è anche tanto altro. C’è una parte della città che ha i palazzi fatiscenti, mi sembrava di essere uscita da un libro di Hunger Games. E questa carattestica mi è piaciuta molto, non so mi dava una bella sensazione, non come una città in decadenza, ma come una città che era in decadenza e ora si sta riprendendo.

Poi c’è Jaffa. Jaffa è il quartiere più bello in assoluto, molto vicino allo stile berlinese. E’ pieno di localini arredati con pezzi ricliclati e arrangiati, sono pieni di persone, si ha un sensazione di liberà e di ottimismo.

  

   

   

  

   

 

NON VI AVEVO DETTO CHE…

Mi sono dimenticata di raccontarvi alcune cose davvero interessanti di Israele. La prima sera ho avuto la fortuna di partecipare allo spettacolo delle luci. E’ una rappresentazione di sole immagini su muro.  La location era davvero suggestiva, e lo spettacolo è stato unico!! vi lascio alcune foto.

 

In più ad Israele ho conosciuto anche la realtà dei Kibbutz.

kibbutz (in ebraicoקִבּוּץ?) è una forma associativa volontaria di lavoratori dello stato di Israele, basata su regole rigidamente egualitarie e sul concetto di proprietà comune.

Il kibbutz è nato come ideale di eguaglianza, di lavoro a favore della comunità; questo comporta, per ogni singolo individuo appartenente al kibbutz, chiamato קִבּוּצְנִיק kibbutznik, l’obbligatorietà di lavorare per tutti gli altri; ricevendo in cambio, al posto di denaro, solo i frutti del lavoro comune, evitando così alla collettività di cadere nelle mani di quello che viene considerato il consumismo di stampo occidentale.

Sono veri e propri paesini dove vivono gli israeliani. Chi sceglie di vivere in un Kibbutz non ha una vera e propria proprietà. Tutti hanno le stesse cose, gli stessi oggetti, diciamo simile a un’idea comunista? Un po’ differente, ma è per farvi capire il concetto. Sono tantissimi gli israeliani che fanno questa scelta, abbiamo parlato con alcuni di loro e tutti hanno detto che si sta benissimo. Chi ha deciso di uscire è perchè magari voleva fare carriera o voleva decidere per la propria vita in maniera diversa.

  

 

  

  

Spero che questo racconto vi sia piaciuto a presto con tante novità!

(Visited 73 time, 1 visit today)
Share

Un commento su “TEL AVIV E ALCUNE CURIOSITA’ SU ISRAELE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



css.php